Ultimi Post dal Blog

  • 1419355352_featured.jpeg

Real De Catorce

|0 Comments

Abbiamo preso la strada per i deserti del Nord, dallo stato di Guanajuato siamo entrati […]

  • 1417376211_featured.jpeg

Aspettare

|0 Comments

Nonostante ho dimezzato il peso, il costo e per certi versi anche alcune caratteristiche del […]

  • 1415032396_featured.jpeg

Cimiteri

|0 Comments

Uno scatto del cimitero di Guanajuato,città che non amo più ma che conserva un fascino […]

  • 1413644104_featured.jpeg

Anche i cani…

|0 Comments

C’è una saggezza sulla Morte che i Messicani hanno sviluppato con arti visuali, plastiche, canzoni […]

  • 1413627728_featured.jpeg

Pan del Alma

|0 Comments

Con grandissimo piacere condivido con voi il video nato per presentare un libro speciale realizzato […]

  • 1413363991_featured.jpeg

Atmosfere notturne

|0 Comments

Sicuramente una delle foto più particolari, trattasi di un monumento al “Mestizaje” il meticciato looking […]

  • 1412605670_featured.jpeg

La strada museo

|0 Comments

La strada è un museo a cielo aperto che espone il buffo, il terribile, l’emblematico […]

Risvegliati prima dell’alba e privo di preoccupazioni e cerca l’avventura. Lascia che la luna ti rovi lungo altri laghi e la notte ti colga ovunque a casa tua. Non ci sono campi più vasti di questi, non ci sono giochi più degni di essere giocati di questi
Henry David Thoreau, Walden
Esplorare non significa tanto coprire una distanza in superficie, ma studiarla in profondità: un episodio fuggevole, un frammento di paesaggio o un’osservazione colta al volo potrebbero costituire l’unico mezzo per comprendere e interpretare delle zone che altrimenti resterebbero prive di significato.
Claude Levi-Strauss Tristi tropici
A volte dobbiamo fuggire nelle solitudini aperte, nell’assenza di scopi, nella vacanza morale consistente nel correre puri rischi, per affilare la lama della vita, per saggiare le difficoltà ed essere costretti a sforzarsi disperatamente, vada come vada.
George Santayana, The Philosopy of travel
La vita non ha alra disciplina da imporre, se solo arriviamo a capirlo, se non quella di accettarla senza condizioni
Henry Miller
La convinzione codarda per cui una persona deve restare in un posto ricorda troppo la rassegnazione assoluta degli animali, di quelle bestie da soma instupidite dalla servitù sempre pronte ad accettare la bardatura. Ci sono limitiin ogni campo e delle leggi che governano ogni potere organizzato, ma il viandante possiede l’intera vasta terra che termina solo all’orizzonte inesistente, e il suo impero è intangibile, perchè il suo dominio e il suo godimento sono cose dello spirito
Isabelle Eber-hardt
Per mio conto, io viaggio non per andare da qualche parte ma per andare e basta. Viaggio per amore del viaggio. a cosa importante è spostarsi, sentire più da vicino i bisogni e i sobbalzi della vita; scendere da questo letto di piume che è la civiltà e trovarsi sotto i piedi il globo di granito, ricoperto di pietre taglienti.
Robert Louis Stevenson, Viaggio nelle Cevennes in compagnia di un asino.
La gente dice che bisogna viaggiare per vedere il mondo. A volte penso che se resti in un posto e tieni gli occhi aperti, vedrai più o meno tutto quello che puoi incontrare.
Paul Auster, Smoke
Ci sono ragioni più profonde per mettersi in viaggio: pruriti e pizzicori al ventre molle dell’inconscio. Andiamo dove dobbiamo andare e poi cerchiamo di capire perchè siamo là.
Inizialmente viaggiamo per perderci, poi viaggiamo per ritrovarci. Viaggiamo per aprire il nostro cuore e i nostri occhi e conoscere del mondo più di quanto sta nei giornali. Viaggiamo per portare quel poco che possiamo – nella nostra conoscenza e ignoranza – a quelle parti del globo le cui ricchezze sono diversamente distribuite. E, in sostanza, viaggiamo per ritornare ad essere dei giovani pazzi, per rallentare il tempo, farci ingannare e innamorarci di nuovo.
Il viaggio è un processo che vi permette di “ritrovarvi” perchè vi lascia senza qualcosa dietro a cui nascondervi, vi tira fuori dal regno delle reazioni automatiche e dalle ottuse comodità costringendovi a vivere il presente. Qui, nell’attimo fuggente, non vi resta che confrontarvi con il vostro io più nudo e iù vero.
Non è il discorso che dovremmo voler conoscere ma è chi lo fa. Non sono le cose che si vedono che dovremmo voler conoscere, ma chi le vede. Nono sono i suoni che dovremmo voler conoscere, ma chi li sente. Non è la mente che dovremmo voler conoscere, ma chi pensa.
Kaushitaki Upanishad
E la fine di tutto il nostro esplorare sarà arrivare dove siamo partiti. E conosceremo il luogo per la prima volta.
T.S. Eliot
Non voglio mettermi frtetta, questo è un atteggiamento velenoso del ventesimo secolo. Se vuoi fare qualcosa in fretta significa che non te ne importa più niente e vuoi passare a fare altro
Naturalmente il denaro è sempre necessario a sopravvivere, ma è il tempo ciò che serve per vivere.
Ed Buryn