Aprire il Guzzi a metà foto di claudio giovenzana

Dopo le quint’essenze torniamo alle quarte alle terze.. e alle prime essenze del viggio… la meccanica, la benzina, il grasso sulle mani e il sudore che cola mentre le zanzare si approfittano che hai il cacciavite in una mano e un pneumatico nell’altra per scannarti.

Con i miei cari amici meccanici della millepercento ci eravamo detti due anni fa.. “vabbe sta molla non ce l’abbiamo in magazzino e quindi non la cambiamo.. ma tanto no si romperà” .. era la temibile mollettina del cazzo che sta dentro il cambio che sta dentro il motore che sta dentro il telaio che sta sotto la carrozzeria… e si è rotta.

Scherzi a parte nulla di tragico, la moto è a casa di un amico, la molla mi arriva dall’italia e con un pò di olio di gomito andrò a toccare i punti segreti di pressione per aprire il mio amato mezzo e sostituirla. A cosa serve? È la molla che fa ritornare il pedale del cambio in posizione neutra ogni volta che cambio marcia.. mi si è rotta 700 km prima di arrivare qui a Taxco.. e ho guidato con il piede prensile e sensibile come quello di uno scimpanzè per rimettere manualmente la leva nella sua precaria posizione centrale… Un minuto di silenzio per la molla che ha accompagnato me e il Toporso per 40.000 km di continente e ha servito anche i proprietari precedenti per un totale di 110.000 km di onorato servizio. La ricordiamo con affetto.

In queste settimane sto sfornando progetti, foto e preventivi per servizi video fotografici dal semplice restorante sino alla città intera.. parlo con politici, assessori etc.. vediamo se ne cavo un ragno dal buco. Sono stufo di fare equilibrismi sul filo della sopravvivenza ma non mi è data altra scelta se voglio continuare il viaggio. Alla fine non prendo soldi da nessuno e sto gettando le basi di quello che spero sia una professione futura capace di mantenermi e permettermi di viaggiare.


Articoli Simili