Un grazie a tutta la comunità di Anima Guzzista, non mi sono mai sbagliato quando nei momenti di gestazione di questo progetto mi sono rivolto a voi.

Quando mi sono preso un impegno scrivendo quel post sul Forum, senza condizionali o “vedremo”, solo un affermazione priva delle palle per sostenerla: “Partirò per il Giro delle Tre Americhe”.

Il resto è venuto da voi: l’entusiasmo, l’incoraggiamento, il coro, il gruppo, la spinta, l’onda. Insomma, mi avete segnato un punto di non ritorno, da lì non avrei più potuto arretrare e rimangiare le mie affermazioni.

Non mi sono sbagliato quando mi sono rivolto alla concessionaria Millepercento. Non mi sono sbagliato ad abbandonarmi alla passione per questo marchio, a scegliere “di pancia” e a motorizzarmi con l’istinto invece di scegliere sulla carta qualcosa di diverso, di “pensato” da qualcun altro per viaggi che non farà lui, magari indebitarmi per comprarlo e poi non avvertire il nascere di quel sentimento che unisce cavallo e cavaliere.

Le buone ragioni le troveremo alla fine, adesso dedichiamoci al piacere.

Le moto raffinate non fanno per me, “Io sto con gli ippopotami” e la mia guzzi california, la mia simpatica pachiderma, sarà un pò la mia seconda casa. Tra poco vedremo cosa saremo capaci di fare.

Questo premio di Guzzista dell’anno mi fa felice, non servirà sul curriculum ma dopotutto nemmeno un laurea serve di questi giorni, servirà a ricordarmi che sono parte di qualcosa, che voi ci siete. E questo aiuta quando sei separato da 10.000 km di acqua dalla tua terra, dove c’erano gli amici, i meccanici, gli appassionati. Questo premio servirà anche a farmi sentire da voi, per ridare indietro un poco di tutto questo, ridarlo come racconti, come orizzonti e come incontri di quella terra d’America che sarà così lontana per voi e cosi vicina per me.

 

Grazie. Thanks. Gracias.

Articoli Simili