Ecco un video musicale questa volta.. ispirato ascoltando il ticchettio della pioggia sulle lamiere mentre il mio amico Norman toccava qualche accordo nel suo strano modo .. con la chitarra in orizzontale e le dita come a leggere il braile sulle corde. La pallottola che gli hanno messo nel collo 8 anni fa non ha aiutato la coordinazione motoria fine del suo braccio sinistro. Ma questo non indice di fare musica quando si trova nella pace della sua capanna immersa nella selva di Xilitla, nel Messico orientale.

Questo posto lo avevo scoperto qualche anni fa, appena arrivato in Messico, carico dell’entusiasmo di quell’entusiasmo dato dal non conoscere nulla che fa sembrare tutto esplorazione e scoperta.

Mi avevano accennato di Xilitla e appena stabilita la collaborazione mensile con Euromoto pianificai un viaggio per andare a vedere di cosa si trattava incontrando così una delle bizzarrie del Messico: la capitale del surrealismo. In poche parole un ricco magnate amico di Salvador Dalí decise di costruire nella giungla una città surreale, costruite secondo i criteri folli che ispiravano il filone artistico del quale il suo amico era il massimo esponente.

Ero sempre in bolletta in quei tempi e la stanza al motel era una spesa che avrei risparmiato volentieri, la provvidenza mi ha fatto incontrare Norman a un alimentari. Mi ha invitato da lui, nella sua stanza affacciata alla Selva Potosina. Questo video nasce così, una chitarra tra amici, qualche canzone e la voglia di fissare un ricordo. Mi sono sdebitato con Norman lasciandogli questo video che si muove sulle note della sua chitarra e sulle parole della sua canzone. La pioggia ha fatto quasi tutto il resto, mi ha dato ispirazione e un sacco di soggetti da riprendere, la stagione piovosa qui in Messico è una forza che si scatena quotidianamente dal quale fuggire quando sei in moto ma ricercare quando hai la macchina fotografica al collo.

 

Articoli Simili