Grazie per spaccarmi la moto figlio di puttana

Riparando la moto in viaggio con saldatore e occhialoni

Ecco un fotoritratto del mio amico dany alle prese con la riparazione del Ferro, per i poco aggiornati è la mia motoguzzi..

Purtroppo sta soffrendo di depressione cronica alla batteria, il che mi obbliga a parcheggi strategici  sulle pendenze della città di montagna dove sono, Taxco. Sfrutto le discese come una barca a vela sfrutta il vento .. a 15 km/h butto dentro la seconda, lascio la frizione.. il cardano saltella e la ruota oramai liscia struscia e uno dei due signori che stanno alla sala macchine parte per primo a dar fuoco alla caldaia. È fatta!!

Il mio amico mi ha saldato il telaietto che sostiene le borse della moto, che affaticato dalle vibrazioni si è scassato la terza volta.

E in fine, per il colpi di scena da thriller, sabato notte vado a riprendermi la moto parcheggiata in centro e la trovo tirata per terra con il faro rotto!! Per riassumervi le cortesie che mi hanno riservato in questo Paese:  a natale 2008 mi hanno rubato dalle borse laterali, due volte mi hanno fottuto il retrovistore e questa è la seconda volta che il coglione di turno mi becca la moto mandandomela a gambe all’aria e scappando come un vile.

Solo che la bella notizia è che il misfatto è avvenuto proprio e precisamente difronte alla telecamera di un Bancomat!!

Quindi se la telecamera funziona (50% di probabilità ) e la polizia mi aiuta (20% di probabilità) prendo questo cretino e lo spenno sino all’osso con una bella denuncia per danni.

E visti i prezzi dei ricambi della MOTO-GUCCI gli verrà un bell’infarto!

Le mie 5 ore in polizia le ho già fatte redigendo la denuncia (contrattempi: il toner non andava, la stampante non si connetteva, la segretaria era in pausa pranzo, la macchina fotografica per fare le foto ai danni aveva il rullino (!!!!!) finito)

Mi hanno detto di passare l’indomani per ritirare la richiesta da introdurre alla banca per visionare il video di sorveglianza, ovviamente passo e mi dicono “mañana” ossia “passa domani” perchè chiaramente non lo hanno fatto. Un signore della polizia mi ha detto “ti chiamiamo domani” per accompagnarti alla banca: non mi hanno mai chiamato.

Domai vado ancora a sollecitare il documento e vediamo quale sarà la scusa.

Talvolta vedendo la ipocrisia, il pressapochismo, la assenza di fibra morale  e di volontà di molte persone incontrate in Messico mi sento felice di essere cresciuto da un’altra parte!

Vi aggiorno!

AGGIORNAMENTO

Come volevasi dimostrare la polizia non ha fatto un cazzo e il video di sorveglianza ottenuto dopo ritardi e prese per i fondelli fa talmente schifo (colpa della videocamera precolombiana) che non si legge nemmeno un numero della targa della macchina (immaginatevi quanto è utile per identificare la faccia di chi entra per rapinare)

Ah dimenticavo…il bastardo ha guidato apposta contro la mia moto deviando visibilmente dalla traiettoria della curva… poi ha fatto marcia indietro e se ne è andato.

Si archivia quindi l’episodio con un altro animale che per puro gusto rovina la mia moto, la polizia che non fa un cazzo come sempre a parte prendermi per i fondelli e sprecare il mio tempo e la banca che è dotata di impressionanti tecnologie…inutili.

By | 2016-12-17T15:45:22+00:00 novembre 17th, 2010|Diario Personale di Viaggio, Generale|

Lascia un Commento e Genera Sapere!

Grazie per spaccarmi la moto figlio di puttana

OR
SALI A BORDO! - la newsletter

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi